Connect with us

Caratteristiche di un’imbarcazione

Nautica e Diporto

Caratteristiche di un’imbarcazione

Le principali caratteristiche dell’imbarcazione

Le caratteristiche di una imbarcazione sono molte, in questo articolo analizzeremo quelle basilari.

La sezione della barca che galleggia sull’acqua è chiamata scafo.

La parte immersa dello scafo prende il nome di opera viva mentre quella emersa è detta opera morta. La linea che divide l’opera viva dall’opera morta prende il nome di linea di galleggiamento.

Lo spazio anteriore dello scafo si chiama prua mentre quello posteriore prende il nome di poppa. Il lato sinistro della barca si chiama sinistra e quello destro dritta. La linea longitudinale che percorre tutto lo scafo dividendo la dritta dalla sinistra si chiama mezzeria.

La copertura superiore della barca è detta coperta, la zona a poppa della coperta si chiama pozzetto.
Le appendici sono il timone e la deriva che fanno parte dell’opera viva.

Il timone si trova a poppa. E’ unito allo scafo attraverso dei ganci detti agugliotto che entrano in anelli detti femminelle. Il timone si divide in tre parti: la pala, la barra e la deriva.

La pala è la parte immersa del timone e si collega alla barra. La barra è il “volante” che si tiene in mano timonando, può avere una prolunga che da la possibilità di timonare anche seduti sul bordo dello scafo. Il suo compito è quello di dare la rotta alla barca.

La deriva si trova al centro della barca e traduce le decisioni prese dal timone. Senza la lama di deriva, la barca seguirebbe solo la direzione del vento.

La deriva serve anche a contrastare lo sbandamento prodotto dal vento sulle vele sostenute dall’albero. Esistono due tipi di deriva: la deriva fissa e la deriva mobile. La deriva mobile, a differenza di quella fissa è parzialmente retraibile.

Nelle barche più leggere il compito di contrastare il vento è riservato all’equipaggio. Se l’equipaggio non è abbastanza rapido nello spostarsi il risultato è solitamente il ribaltamento della barca, scuffia in gergo nautico.

Il Team Editoriale di Searound Magazine vi da il benvenuto.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

More in Nautica e Diporto

To Top