Connect with us

La fiaba calabrese dell’orco

Mitologia & Storia

La fiaba calabrese dell’orco

La fiaba calabrese dell’orco è la storia di una fanciulla e di un orco.

La fiaba calabrese dell’orco, racconta la storia di un uomo che, per accogliere i desideri della moglie incinta, raccoglieva frutta in un giardino.

Il giardino, apparteneva a un orco che presto si accorse della sparizione dei frutti. Per scoprire chi fosse a fargli tale sgarro, l’orco, scavò una buca nel suo orto e vi si infilò, lasciando fuori solo un orecchio per sentire i rumori dall’esterno.

Dopo poco, l’uomo, si recò nell’orto e vedendo l’orecchio dell’orco lo tirò credendolo un fungo.

L’orco a quel punto balzò fuori pronto ad ucciderlo ma l’uomo  lo supplicò di risparmiarlo. Raccontò la sua storia e promise che avrebbe reso l’orco padrino del figlio.

L’orco si calmò e accettò la proposta ma si fece promettere che se fosse nata una bambina, all’età di nove anni sarebbe diventata sua.

L’uomo, non avendo alternative, decise di accettare la controproposta.

Il destino volle che a nascere fù proprio una femmina. Arrivata all’età si nove anni, un giorno la bambina, recandosi a scuola, incontrò l’orco che le disse di tornare a casa e ricordare ai genitori la promessa fatta.

La bambina, arrivata a casa, raccontò quanto successo e la madre le disse che se avesse rincontrato di nuovo l’orco avrebbe dovuto fingere di essersi dimenticata di comunicare quanto chiesto.

Passarono diversi giorni e, capito l’inganno, l’orco morse un dito alla giovane perché si ricordasse di portare la notizia. La giovane a quel punto fu obbligata ad andare a vivere con l’orco.

I primi giorni furono tristi per la ragazza, ma l’orco, seppe confortarla. Le diede il meglio e la fece andare a scuola dalle fate per fare di lei una giovane bella e capace.

Accanto alla casa dell’orco, c’era il castello del re e da una terrazza, un pavone, ripeteva alla fanciulla che l’orco la voleva rendere bella e forte solo per poterla divorare.

La giovane, disperata, raccontò tutto all’orco che la rassicurò consigliandole di rispondere che stava crescendo bella per diventare la moglie del re, e che una volta che lo fosse diventata avrebbe fatto delle sue penne un piumino e della sua carne un manicaretto.

Il pavone per paura lasciò cadere le sue piume. Il re, cercando il motivo per cui il suo caro pavone fosse così ridotto, venne a conoscenza dell’esistenza della fanciulla. Si innamorò pazzamente della giovane e la chiese in sposa all’orco che acconsentì.

Prima che si celebrassero le nozze, l’orco volle che la ragazza lo uccidesse facendolo in tanti pezzi. La giovane inizialmente si rifiutò ma poi cedette. I pezzi dell’orco si trasformarono in un magnifico letto. In questo modo l’orco donò tutta la sua vita a quella che per lui era la sua unica figlia.

Continue Reading
You may also like...

Il Team Editoriale di Searound Magazine vi da il benvenuto.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

More in Mitologia & Storia

To Top