Connect with us

La Fiaba di Maria Mangrofa e Antoni Cracassoni

Mitologia & Storia

La Fiaba di Maria Mangrofa e Antoni Cracassoni

La Fiaba di Maria Mangrofa e Antoni Cracassoni è la storia sarda di due giganti.

La fiaba di Maria Mangrofa e Antoni Cracassoni racconta la storia di due giganti. La gigantessa si chiamava Maria Mangrofa e si dice che fosse brutta come la morte. Aveva capelli lunghissimi, molto sporchi e arruffati.

Aveva delle mammelle talmente grandi che le arrivavano fino ai piedi e per lavorare le doveva buttare dietro le spalle. Maria Mangrofa aveva un marito che si chiamava Antoni Cracassoni. Era un gigante grosso come una montagna, la sua grandezza era tale da condannarlo a rimanere sdraiato per riuscire a sopportare il suo stesso peso.

Aveva due occhi talmente grandi che per aprire le palpebre aveva bisogno di due servi che gliele aprissero con delle tenaglie.

Maria Mangrofa e Antoni Cracassoni vivevano in una grotta dalle parti di Orosei e sembra che si cibassero di carne umana.

Si racconta che un giorno Maria Mangrofa trovò due fratellini sperduti nel bosco e fingendosi buona e amorevole li convinse a seguirla fino alla sua grotta. Gli diede da mangiare, li lavò e li mise a letto. Quando i fratelli cominciarono a dormire li prese, li portò fuori dalla grotta e divorò il bambino più piccolo. Alle urla del fratellino, il più grande si svegliò, si divincolò e scappò per chiedere aiuto. Arrivato in paese raccontò quanto accaduto. Gli uomini si armarono di zappe e forconi e si diressero verso la grotta. Assaltarono la grotta e catturarono Maria Mangrofa, la misero in un’enorme cesta piena di serpenti velenosi e la lasciarono li. Dopo tre giorni tornarono per vedere se i serpenti avevano fatto il loro lavoro ma trovarono Maria Mangrofa che dormiva beatamente nella cesta insieme agli animali.

Spazientiti, presero del legno e diedero fuoco alla grotta con dentro la gigantessa. Di Antoni Cracassoni invece, non si seppe più nulla. Si pensa, che non potendo aprire gli occhi, si sia addormentato per sempre vicino a qualche montagna.

Continue Reading
You may also like...

Il Team Editoriale di Searound Magazine vi da il benvenuto.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

More in Mitologia & Storia

To Top