Connect with us

La leggenda di Mata e Grifone

Mitologia & Storia

La leggenda di Mata e Grifone

La leggenda di Mata e Grifone spiega l’ origine di Messina.

La leggenda di Mata e Grifone è la leggenda più popolare a Messina. Racconta la storia di una bellissima ragazza con grande fede cristiana, il suo nome è Marta che in dialetto si trasforma in Matta o Mata e di Grifone.

La leggenda di Mata e Grifone vuole che il gigante moro Hassas Ibn-Hammar, sbarcò a Messina con i suoi compagni pirati e cominciò a uccidere e saccheggiare.

Durante uno di questi saccheggi vide la bella Marta e se ne innamorò chiedendola in sposa. La bella giovane rifiutò la proposta provocando l’ira del pirata che uccise e saccheggiò più di prima.

I genitori della giovane, preoccupati, nascosero la bella Marta ma il moro riuscì a trovarla e la rapì con la speranza di convincerla a sposarlo.

Marta non ricambiava l’amore del pirata ma riusciva a trovare la forza di resistere grazie alla preghiera.

Alla fine il gigante si convertì al cristianesimo e cambiò il suo nome da Hassan in Grifo, Grifone per la sua mole.

La bella Marta apprezzò il gesto del pirata e cambiò idea decidendo di sposarlo.

Secondo la leggenda di Mata e Grifone, furono i due a fondare Messina e i loro numerosi numerosi figli sarebbero i messinesi.

Mata e Grifone sono due gigantesche statue equestri, cave all’interno che superano gli otto metri di altezza.

Sulla loro origine esistono numerose tesi, la più probabile è che siano del XVI sec., un momento in cui la rivalità per il ruolo di capitale tra Messina e Palermo era molto alta.

La statua di Grifone rappresenta il moro a cavallo di uno stallone nero con la testa incoronata con foglie di lauro e orecchini a mezzaluna. E’ vestito con una tunica bianca bordata in oro. Nella mano destra impugna una mazza di metallo nella sinistra tiene le redini e al braccio ha uno scudo.

Sul fianco ha una spada ornata da una testa di leone e da due teste di rapaci. Sulle spalle ha un mantello di velluto.

La statua di Mata rappresenta la bella giovane a cavallo di un destriero bianco con la testa ornata di ramoscelli e fiori, alle orecchie ha orecchini d’oro. Indossa una corazza con ricami in oro sopra a una veste bianca. Ai piedi indossa calzini con stringhe intrecciate e sulle spalle ha un mantello.

Avatar

Il Team Editoriale di Searound Magazine vi da il benvenuto.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Mitologia & Storia

To Top